AF

Arianna Ferreri

Fragile Abbondanza

Ceramica, corda e ferro. Tecnica scultorea mista.

Altezza: 60 x 87 x 45 cm 

 

Nata Bergamo

Frequenta il Conservatorio Gaetano Donizzetti di Bergamo

Nata Bergamo nel Marzo del 1994. Compie studi, fin dall'età di 9 anni, di sassofono in lezioni private e musica d'insieme. Attualmente frequenta il Conservatorio Gaetano Donizzetti di Bergamo dove ricerca attraverso la musica il valore della forma espressiva con il suono e la sua valenza intimistica. Finiti gli studi di Liceo Artistico nel 2013 si iscrive all' Accademia di Belle Arti di Brera dove consegue la prima laurea nel 2017 e la seconda nel 2019 a pieni titoli e lode. Studia nei cinque anni di accademia nella scuola di scultura nel dipartimento di arti visive concludendo gli studi e supportata dal maestro Massimo Mazzone con il quale tuttora tiene un dialogo. Studia del percorso visivo le valenze del bello e della forma costruita oltre che dell'intima natura della materia e la sua trasformazione sotto l'occhio vigile dei sensi. Attualmente svolge l'attività d'artista e prosegue con gli studi inerenti all'arte e alle forme di espressione della stessa nella realtà. Prosegue esponendo d'artista in Italia e all'esterno e continua a sperimentare le diverse forme di espressione. Interesse dell'artista sono i materiali e l'intervento sugli stessi con gli elementi terra, acqua, fuoco e aria oltre che delle forze fisiche che fanno parte della natura. Negli ultimi anni di attività si è interessata anche alla natura del suono della materia, al corpo scultura e al movimento performativo come forma di conoscenza dello spazio oltre che il corpo come mezzo di conoscenza della realtà. Collabora con artisti e musicisti per ricercare forme di relazione e interazioni volte alla conoscenza delle capacità umane. Studia la capacità sotto diversi fronti che spaziano dai pieni ai vuoti, dall'avere all'essere, fino alla consapevolezza profonda di se stessi in un processo di evoluzione del tutto personale. Il tutto è sempre rivolto alla volontà di poter lasciare in circolazione tracce, immagini, segni e impressioni della realtà espressa con il linguaggio delle arti e più nello specifico della forma.